CONVEGNI

CIRCOLARI

PUBBLICAZIONI

WEB INFODAY

WEBDESK

CONTATTI

Le ultime...

Nell’ambito delle tutele previste per fare fronte all’emergenza da Covid-19, la Legge di Bilancio 2022 ha previsto, per i lavoratori c.d. fragili, in presenza di specifici requisiti, il riconoscimento di un’indennità una tantum erogata dall’Inps pari a 1.000 euro per l'anno 2022, che non concorre alla formazione del reddito e non prevede accredito di contribuzione figurativa. L’indennità viene riconosciuta, previa domanda, da presentarsi all’Inps entro e non oltre il 30 novembre 2022, con autocertificazione del possesso dei requisiti e nel limite di spesa complessivo di 5 milioni di euro per l'anno 2022.

Il D.L. 115/2022, c.d. Decreto Aiuti-bis, è stato pubblicato sulla G.U. n. 185 del 9 agosto 2022. Di seguito si riepilogano i principali interventi di interesse.

Il D.Lgs. 105/2022, in vigore dal 13 agosto 2022, contiene disposizioni finalizzate a migliorare la conciliazione tra attività lavorativa e vita privata per i genitori e i prestatori di assistenza, al fine di conseguire la condivisione delle responsabilità di cura tra uomini e donne e la parità di genere in ambito lavorativo e familiare.

Dal 1° settembre cessa la possibilità di attivare il lavoro agile senza un previo accordo individuale scritto tra le parti, superato il periodo emergenziale e la sua disciplina speciale.

In sede di conversione del Decreto Semplificazioni (D.L. 73/2022), è stato, tra l’altro, previsto di modificare la normativa sul lavoro agile, con particolare riguardo alla comunicazione telematica alla Pubblica Amministrazione del suo avvio: il precedente obbligo di comunicazione dell'accordo individuale è sostituito, quindi, dal 1° settembre 2022, da una mera comunicazione dei nominativi dei lavoratori e della data di inizio e di cessazione delle prestazioni di lavoro in modalità agile, da trasmettersi in via telematica al Ministero del lavoro, secondo le regole individuate con apposito decreto ministeriale. Tali dati saranno resi disponibili all'Inail.

 

Gestione del rapporto di lavoro

Spettacolo: pubblicata in G.U. la Legge delega

È stata pubblicata sulla G.U. n. 180 del 3 agosto 2022 la L. 106 del 15 luglio 2022, recante “Delega al Governo e altre disposizioni in materia di spettacolo”, per il riordino del settore dello spettacolo. 

Il provvedimento mira ad attribuire al settore un assetto più organico, a promuovere il riequilibrio di genere e a migliorare la qualità artistico-culturale delle attività. In particolare, è previsto il riordino e la revisione degli strumenti di sostegno, nuove tutele in materia di contratti di lavoro e di equo compenso per i lavoratori autonomi, l’introduzione di un’indennità di discontinuità, strutturale e permanente, per garantire una copertura ai lavoratori dello spettacolo nei momenti di inattività o durante i periodi di studio e formazione.

(L. 15/7/2022, n. 106, G.U. 3/8/2022, n. 180)

Determinato il calendario delle festività religiose ebraiche per l'anno 2023

È stato pubblicato nella G.U. n. 173 del 26 luglio 2022 il comunicato del Ministero dell’interno recante il calendario delle festività religiose ebraiche per l'anno 2023:

  • tutti i sabati da mezz'ora prima del tramonto del sole del venerdì a un'ora dopo il tramonto del sabato;
  • da mercoledì 5 aprile a venerdì 7 aprile da mezz'ora prima del tramonto di martedì 11 aprile a un'ora dopo il tramonto di giovedì 13 aprile: Pesach (Pasqua);
  • da mezz'ora prima del tramonto di giovedì 25 maggio a un'ora dopo il tramonto di sabato 27 maggio: Shavuoth (Pentecoste);
  • da mezz'ora prima del tramonto di mercoledì 26 luglio a un'ora dopo il tramonto di giovedì 27 luglio: Digiuno del 9 di Av;
  • da mezz'ora prima del tramonto di venerdì 15 settembre a un'ora dopo il tramonto di domenica 17 settembre: Rosh Hashanà (Capodanno);
  • da domenica 24 settembre a un’ora dopo il tramonto di lunedì 25 settembre: Vigilia di Kippur (Espiazione) e Kippur;
  • da mezz'ora prima del tramonto di venerdì 29 settembre a un'ora dopo il tramonto di domenica 1° ottobre: Sukkot (Festa delle capanne);
  • da venerdì 6 ottobre a un’ora dopo il tramonto di domenica 8 ottobre: Sheminì Atzeret e Simchat Torà (Festa della legge).

(Ministero dell’interno, comunicato, G.U. 26/7/2022, n. 173)

Imposte, contributi e premi

Assicurazione giornalisti: i chiarimenti Inail

L’Inail, con istruzione operativa n. 7750 dell’11 agosto 2022, in tema di assicurazione dei giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti titolari di un rapporto di lavoro subordinato di natura giornalistica, ex articolo 1, comma 109, L. 234/2021, ha ribadito che, a legislazione vigente, rimane impregiudicata, senza soluzione di continuità, la tutela degli infortunati anche per gli eventi verificatisi a decorrere dal 1° luglio 2022. 

Infatti, in base alle regole Inpgi, prorogate fino al 31 dicembre 2023, i lavoratori in questione hanno 2 anni di tempo, dal verificarsi dell’evento infortunistico, per presentare le relative istanze di tutela. Parimenti, continua a essere dovuta la contribuzione Inpgi, sempre dal 1° luglio 2022 e fino al 31 dicembre 2023, a carico dei datori di lavoro. L’Istituto, sul punto, precisa che, agli esiti degli approfondimenti ministeriali, saranno fornite le necessarie istruzioni per il versamento di quanto dovuto senza ulteriori oneri aggiuntivi. Dal 2024 i lavoratori entreranno nella piena tutela Inail.

(Inail, istruzione operativa, 11/8/2022, n. 7750)

Nuovo modello OT23/2023 e guida alla compilazione

L’Inail, con istruzione operativa n. 7507 del 1° agosto 2022, ha comunicato che è in corso di pubblicazione il modello di domanda per la riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione per l’anno 2023 (OT23), in relazione agli interventi per la prevenzione e la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro adottati dalle aziende nel corso del 2022, ai sensi dell’articolo 23, MAT, di cui al D.I. 27 febbraio 2019, e la guida alla compilazione.

(Inail, istruzione operativa, 1/8/2022, n. 7507)

Federazioni sportive e società sportive: sospensione termini adempimenti e versamenti

L’Inail, con circolare n. 30 del 27 luglio 2022, ha ricordato che il D.L. 50/2022, convertito, con modificazioni, dalla L. 91/2022, ha disposto ulteriori misure a sostegno delle federazioni sportive nazionali, delle discipline sportive associate, degli enti di promozione sportiva e delle associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche, prorogando fino al 30 novembre 2022 i termini di sospensione relativi agli adempimenti e ai versamenti dei premi per l'assicurazione obbligatoria.

Possono beneficiare della sospensione le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato e operano nell'ambito di competizioni sportive in corso di svolgimento dal 1° gennaio 2022 al 30 novembre 2022.

Gli adempimenti amministrativi possono essere effettuati dal 1° settembre 2022 al 30 settembre 2022 tramite i servizi on line Alpi e Riduzione per prevenzione.

Dal 1° ottobre i predetti adempimenti possono comunque essere effettuati inoltrando tramite pec alla sede competente la dichiarazione delle retribuzioni 2021 e la domanda di riduzione del tasso medio per prevenzione. I versamenti sospesi devono essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un'unica soluzione entro il 16 dicembre 2022.

La circolare, infine, fornisce istruzioni per la presentazione della comunicazione di sospensione tramite l’apposito servizio on line e per il versamento dei premi sospesi.

(Inail, circolare, 27/7/2022, n. 30)

Pagamento premi e accessori: modifica tasso di interesse di rateazione e misura delle sanzioni civili

L’Inail, con circolare n. 29 del 26 luglio 2022, ha reso noto che, in seguito alla decisione di politica monetaria del 21 luglio 2022 della Bce, che ha fissato allo 0,50% il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema, i piani di ammortamento relativi a istanze di rateazione dei debiti per premi assicurativi e accessori, presentate dal 27 luglio 2022, sono determinati applicando il tasso di interesse pari al 6,50%. Per le rateazioni in corso, invece, restano validi i piani di ammortamento già determinati.

Le sanzioni civili ex articolo 116, comma 8, lettera a) e b), secondo periodo, e comma 10, L. 388/2000, sono determinate applicando un tasso in ragione d’anno pari al 6% a decorrere dal 27 luglio 2022.

Anche l’Inps, con circolare n. 98 del 29 agosto 2022, ha comunicato la variazione della misura dell’interesse di dilazione e di differimento e delle somme aggiuntive per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali e assistenziali.

(Inail, circolare, 26/7/2022, n. 29; Inps, circolare, 29/8/2022, n. 98)

 

Gentili Clienti,

come già ribadito, in occasione dell’ultima proroga delle comunicazioni in smart working in modalità semplificata, con la presente circolare si ricorda che con la data del 31 Agosto 2022, termina la possibilità di utilizzare tale procedura, in quanto procedura agevolata connessa allo stato di emergenza sanitaria COVID19.

Pertanto, a partire dal 1° Settembre 2022, per poter utilizzare la modalità lavorativa definita “Smart working”, dovrà essere sottoscritto un accordo individuale con ognuno dei lavoratori interessati, a norma del Dlgs. n. 81 del 2017. Non sarà quindi più possibile lavorare in smart working in assenza di regolamento individuale sottoscritto.

Studio Associato
Consulenti del Lavoro
Salvatore Lapolla e Carlo Cavalleri

TP Service Società tra Professionisti Srl
Via Corsica, 9/2 B
16128 GENOVA
Tel: 010 5455 511
Fax: 010 5704028

 

Questo sito fa uso di Cookie per supportare l'attività di navigazione.