CONVEGNI

CIRCOLARI

PUBBLICAZIONI

WEB INFODAY

WEBDESK

CONTATTI

Le ultime...

Le ultime news da www.dottrinalavoro.it - DTL Modena

notizie e aggiornamenti normativi
  1. L’INPS, con il messaggio n. 1985 del 24 maggio 2024, informa che, con l’obiettivo di rilevare la soddisfazione dell’utenza professionale rispetto all’utilizzo del Cassetto Previdenziale del Soggetto Contribuente, sarĂ  avviata un’indagine di gradimento nel corso del mese di giugno 2024 che interesserĂ  ca. 44.000 intermediari (Consulente del lavoro, Dottore Commercialista, Associazione di categoria, Avvocato) utilizzatori del servizio a cui verrĂ  inviato, via e-mail, il collegamento al questionario. L’indagine mira a valutare il livello di soddisfazione del professionista riguardo all’accessibilitĂ  e personalizzazione, al layout, alla chiarezza e utilitĂ  delle informazioni e dei tools dell’applicazione, alla fruibilitĂ  dei dati, anche con riferimento agli aspetti di sicurezza e privacy e al supporto e assistenza fornita dall’Istituto in relazione all’applicativo “Cassetto Previdenziale del Soggetto Contribuente”. L’output della rilevazione permetterĂ  di evidenziare i punti di forza e le aree di criticitĂ  del servizio, nonchĂ© la capacitĂ  di risposta dell’Istituto ai bisogni espressi dall’utenza.     Fonte: INPS     Leggi [...]
  2. approfondimento di Eufranio Massi   “Cosa cambia per datori di lavoro e lavoratori nel settore edile Attraverso il D.L. n. 19/2024, convertito, con modificazioni nella legge n. 56, il Legislatore ha cercato di porre ulteriori freni al dilagare del lavoro irregolare e delle violazioni delle piĂą elementari norme sulla salute e sicurezza nel lavoro. Di qui l’inasprimento di una serie di norme con la ricomparsa delle sanzioni penali, di qui, per il momento, nel solo settore edile, l’introduzione della c.d. “patente a punti” necessaria per operare all’interno dei cantieri a partire dal prossimo 1 ottobre. Ci sarĂ  modo e maniera per approfondire gli specifici punti e tutte le criticitĂ  ad essi connesse: ora, ritengo opportuno soffermare l’attenzione sull’inasprimento degli importi relativi alla maxisanzione per lavoro nero, articolata per fasce sin dal 2015. …”   Leggi l’articolo 
  3. L’INPS, con il messaggio n. 1976 del 23 maggio 2024, informa i datori di lavoro che hanno al loro attivo giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti titolari di un rapporto di lavoro subordinato di natura giornalistica, di verificare la correttezza dei flussi di denuncia Uniemens trasmessi. L’Istituto ha rilevato che diversi datori di lavoro, dal 1° luglio 2022, hanno esposto erroneamente nei flussi Uniemens i giornalisti che, alla data del 30 giugno 2022, risultavano iscritti alla gestione sostitutiva INPGI, con il codice > Tipo Lavoratore > “G3”, “G5” e “G7” (FPLD) in luogo, rispettivamente, dei codici corretti “G2”, “G4” e “G6” (Giornalisti iscritti al FPLD, Gestione contabile separata). Ai fini della corretta alimentazione della posizione assicurativa del lavoratore, e del conseguente corretto calcolo della prestazione pensionistica, verranno inviati ai datori di lavoro interessati, con opportuna comunicazione tramite posta elettronica certificata (PEC) e tramite “Comunicazione bidirezionale”, i codici fiscali dei lavoratori e le [...]
  4. Con sentenza n. 12326 del 26 marzo 2024, la quarta sezione penale della Corte di Cassazione ha affermato che in caso di infortunio mortale occorso ad un dipendente in lavoro vietato dal DVR risponde di omicidio colposo il datore di lavoro qualora il lavoro si sia svolto in assenza delle necessarie misure di sicurezza.  
  5. L’Inail ha pubblicato la circolare n. 12 del 23 maggio 2024, con la quale fornisce le necessarie istruzioni in merito ai limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi per l’anno 2024. I fattori che concorrono alla determinazione del premio assicurativo ordinario sono: il tasso di premio indicato dalla tariffa dei premi con riferimento alla lavorazione assicurata; l’ammontare delle retribuzioni. La retribuzione imponibile su cui calcolare il premio assicurativo si distingue in: retribuzione effettiva; retribuzione convenzionale; retribuzione di ragguaglio.   Allegati Allegato 1 – LIMITI MINIMI DI RETRIBUZIONE GIORNALIERA 2024 Allegato 2 – LIMITI MINIMI DI RETRIBUZIONE GIORNALIERA PER LE RETRIBUZIONI EFFETTIVE E CONVENZIONALI 2024 Allegato 3 – LIMITI MINIMI DI RETRIBUZIONE GIORNALIERA PER LE RETRIBUZIONI EFFETTIVE E CONVENZIONALI 2015-2024 Allegato 4 – ADDETTI AI SERVIZI DOMESTICI E FAMILIARI Allegato 5 – Decreto interministeriale 27 febbraio 2019 Allegato 6 – TABELLA 3 ALLEGATA AL DECRETO INTERMINISTERIALE 27.02.2019 [...]
  6. La Direzione generale per le politiche previdenziali e assicurative, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha emanato il Decreto Direttoriale 21 maggio 2024, con la Determinazione delle retribuzioni medie giornaliere per talune categorie di lavoratori agricoli ai fini previdenziali per l’anno 2024. In particolare, si tratta delle retribuzioni medie giornaliere, da valere per l’anno 2024 ai fini dei contributi e delle prestazioni previdenziali, per la categoria dei piccoli coloni e compartecipanti familiari.   Decreto Direttoriale 21 maggio 2024   Fonte: Ministero del Lavoro
  7. L’INPS, con la circolare n. 68 del 23 maggio 2024, fornisce le istruzioni per l’applicazione della disposizione che prevede l’accesso al prepensionamento nei confronti dei lavoratori poligrafici di imprese stampatrici di giornali quotidiani e di periodici e di imprese editrici di giornali quotidiani, di periodici e di agenzie di stampa a diffusione nazionale, le quali abbiano presentato al Ministero del Lavoro, in data compresa tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2023, piani di riorganizzazione o ristrutturazione aziendale in presenza di crisi. Ciò è previsto dall’articolo 1, comma 141, della legge 30 dicembre 2023, n. 213, recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2024 e bilancio pluriennale per il triennio 2024-2026”..     Fonte: INPS     Leggi tutte le circolari ed i messaggi dell’INPS
  8. L’INPS, in data 23 maggio 2024, ha pubblicato l’Osservatorio con le statistiche sui lavoratori appartenenti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo (FPLS) e al Fondo Pensione Sportivi Professionisti (FPSP).   DATI SUI LAVORATORI DELLO SPETTACOLO Nel 2023 il numero di lavoratori dello spettacolo con almeno una giornata retribuita è di 367.535 unitĂ , con una retribuzione media annua di 11.299 euro e un numero medio annuo di 95 giornate retribuite. I lavoratori sono aumentati di 17.275 unitĂ  (+4,9%) rispetto al 2022, con un lieve incremento della retribuzione media nell’anno (+0,2%) e una riduzione del numero medio di giornate retribuite (-1,1%). I gruppi professionali con il maggior dinamismo sono risultati quello degli “Attori” e dei “Truccatori”, aumentati rispettivamente del 9,4% e del 9% tra il 2022 e il 2023. I gruppi invece ancora in contrazione sono risultati quelli dei “Registi e sceneggiatori” (-12,2%) e dei “Dipendenti da imprese di noleggio film” (-1,4%). Il gruppo degli attori continua a essere il [...]
  9. L’Inail ricorda che il 30 maggio 2024 scade il termine di presentazione delle domande di partecipazione. Con il bando Isi 2023 sono stanziati 508 milioni di euro per investimenti in sicurezza. Le imprese hanno tempo fino alle ore 18:00 del 30 maggio 2024 per richiedere il finanziamento di soluzioni prevenzionali previste dagli allegati tecnici. La pagina dedicata – Bando Isi 2023 Fonte: Inail
  10. Il Fondo Metasalute comunica a tutti gli iscritti che in riferimento a quanto previsto dal CCNL dell’Industria Metalmeccanica e dell’Installazione di Impianti e dal CCNL del settore Orafo e Argentiero attualmente vigenti, i lavoratori iscritti al Fondo potranno scegliere di destinare a Metasalute l’importo previsto dal Flexible Benefit. I lavoratori interessati dovranno comunicare tale volontĂ  alla propria Azienda, la quale provvederĂ  ad attivare un’offerta sanitaria aggiuntiva rispetto al piano sanitario annuale giĂ  attivo in azienda tramite un’apposita procedura disponibile dal 21 al 31 maggio 2024 (incluso) all’interno dell’Area Riservata Azienda. L’offerta potrĂ  essere attivata per il solo lavoratore caponucleo e avrĂ  decorrenza dal 1° giugno 2024 al 31 maggio 2025, salvo cessazione del rapporto di lavoro o decadenza del diritto alle prestazioni di cui all’art. 12 del Regolamento.   MODALITĂ€ DI ATTIVAZIONE I lavoratori iscritti al Fondo, con qualsiasi piano (Base, MS1, MS2, MS3, MS4), interessati a destinare le quote [...]
  11. Con sentenza n. 10665 del 14 marzo 2024, la quarta sezione penale della Corte di Cassazione ha affermato che il concedente in uso di un’apparecchiatura in conoscibile stato di imperfetta manutenzione risponde del delitto di lesione personale colposa in danno di dipendente dell’impresa utilizzatrice, a prescindere dall’eventuale responsabilitĂ  dell’utilizzatore/datore di lavoro, pur se trattasi di fornitore occasionale e non professionale dell’apparecchiatura a prescindere dal rilascio di una formale certificazione attestante la rispondenza ai requisiti di sicurezza.  
  12. di Andrea Rotella Giunto alla IX edizione, il manuale è ormai un punto di riferimento per un vasto pubblico di soggetti interessati – dai datori di lavoro ai responsabili sicurezza, dagli ispettori del lavoro ai medici competenti fino ai professionisti tecnici quali ingegneri, arichitetti, ecc. – grazie alla completezza della trattazione e all’approccio normo-tecnico con un taglio fortemente pratico. Il manuale è suddiviso in tre parti: Parte I è organizzata riprendendo la struttura del T.U. Sicurezza sul lavoro. L’approccio è tecnico, volto alla descrizione delle tematiche, alla loro disamina e alla ricerca delle soluzioni. E’ presente comunque anche l’analisi degli articoli delle norme meritevoli di attenzione. Parte II affronta “ulteriori” argomenti rispetto al D.Lgs. n. 81/2008, generalmente disciplinati da altre norme, ancora una volta affrontati nei loro aspetti tecnici. Parte III è, infine, dedicata alla risoluzione di casistiche reali (o realistiche) derivanti direttamente dall’esperienza lavorativa degli autori. Si tratta di esempi svolti, dettagliatamente, [...]
  13. CIFA Italia e CONFSAL, al Festival del lavoro, lanciano il ruolo delle parti sociali nel disciplinare la materia attraverso la contrattazione di qualitĂ .     Il Comunicato Stampa Le tutele nel rapporto di lavoro: dallo Statuto dei lavoratori alle nuove frontiere dell’IA CIFA Italia e CONFSAL lanciano il ruolo delle parti sociali nel disciplinare la materia attraverso la contrattazione di qualitĂ  Firenze, 17 maggio. In un Festival del lavoro che affronta il tema dell’impatto dell’Intelligenza artificiale sul lavoro, il Centro studi #IlLavoroContinua ha scelto di circoscrivere la questione al microcosmo della relazione tra lavoratore e azienda. In particolare, ha voluto esaminare lo stato della normativa regolatrice dell’IA nel rapporto di lavoro, nel suo pieno divenire, che inizia ad apparire sia nella regolamentazione europea sia in quella nazionale, per la creazione di nuove tutele giuridiche e per l’adattamento di quelle tradizionali alle nuove procedure. Il presidente del Comitato tecnico-scientifico del Centro [...]
  14. approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano   “Tra gli incentivi per le assunzioni il decreto Coesione ha previsto uno sgravio contributivo totale per i datori di lavoro che assumono giovani under 35. Il limite massimo mensile è di 500 euro per ciascun lavoratore, che passa a 650 euro qualora l’assunzione avvenga nella Zona Economica Speciale unica per il Mezzogiorno. Da quando sarĂ  operativo l’esonero? Il nuovo incentivo sarĂ  vigente dal 1° settembre 2024, ma soltanto qualora vi sia l’autorizzazione della Commissione UE. Via libera che potrebbe tardare a seguito del risultato delle elezioni europee del 6 giugno. In attesa dei prossimi sviluppi, i datori di lavoro possono cominciare a valutare le caratteristiche, i limiti e le condizioni per la fruizione, nonchĂ© le possibili alternative. ….” continua la lettura dell’articolo   * Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per [...]
  15. La Corte costituzionale, con sentenza n. 90 depositata il 20 maggio 2024, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 8, comma 4, del decreto legislativo n. 22/2015, nella parte in cui non limita l’obbligo restitutorio dell’anticipazione della Nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) nella misura corrispondente alla durata del periodo di lavoro subordinato, quando il lavoratore non possa proseguire, per causa sopravvenuta a lui non imputabile, l’attività di impresa per la quale l’anticipazione gli è stata erogata. Nel caso di specie l’INPS aveva erogato la NASpI in via anticipata quale incentivo all’autoimprenditorialità a un lavoratore che aveva perso il posto di lavoro perché intraprendesse un’attività di esercizio di ristoro (un bar). Successivamente l’Istituto gli aveva richiesto l’integrale restituzione di tale incentivo perché il lavoratore, prima che terminasse il periodo per il quale la NASpI gli era stata accordata, aveva cessato di esercitare l’attività imprenditoriale a causa delle restrizioni per il COVID ed aveva trovato un’occupazione come lavoro subordinato a tempo indeterminato. La [...]
  16. L’INPS comunica le principali informazioni relative al rateo di pensione in pagamento a giugno 2024. Il cedolino della pensione, accessibile tramite servizio online, è il documento che consente ai pensionati di verificare l’importo erogato ogni mese dall’INPS e di conoscere le ragioni per cui l’importo può variare.   Data di pagamento Le pensioni vanno in pagamento il primo giorno bancabile del mese, con l’unica eccezione di gennaio. A giugno 2024 il pagamento avverrĂ  con valuta: 1° giugno, nel caso di pagamento presso Poste Italiane; 3 giugno, nel caso di pagamento presso gli istituti bancari. Trattenute fiscali: conguaglio di fine anno 2023, addizionali regionali e comunali, tassazione 2024 A fine 2023 è stato effettuato il ricalcolo a consuntivo delle ritenute erariali applicate nel corso del medesimo anno di imposta (IRPEF e addizionali regionali e comunali a saldo) sulla base dell’ammontare complessivo delle sole prestazioni pensionistiche erogate dall’INPS. Se nel corso del 2023 sulla pensione sono [...]
  17. Con sentenza n. 9832 del 7 marzo 2024, la seconda sezione penale della Corte di Cassazione ha affermato che in caso di riscossione di ratei pensionistici spettanti a persona deceduta, sussiste non il reato di indebita percezione di risorse, bensì il reato di truffa aggravata ai danni dell’Inps.    
  18. Online 31 maggio 2024 (3 ore live) Negli ultimi mesi si sono susseguite importanti novitĂ  in materia di lavoro ed altre saranno attive a breve. Le novitĂ  riguardano sia l’organizzazione delle risorse umane che il costo del lavoro e la gestione dei contratti a termine e in somministrazione. Si tratta di novitĂ  tanto attesa dalle aziende, ma che bisogna saper applicare correttamente per evitare spiacevoli criticitĂ . Programma – Decreto Coesione: sgravi per l’assunzione – decreto PNRR: le principali novitĂ  – novitĂ  fiscali in busta paga – Smartworking: Comunicazione lavoro Agile – Cassa integrazione e attivitĂ  lavorativa – Come cambia la sorveglianza sanitaria – Dimissioni per fatti concludenti – Periodo di prova nei rapporti a tempo determinato – Rapporto con l’INPS – novitĂ  in arrivo – Somministrazione – cambiano i limiti quantitativi – Lotta al caporalato – istituito il nuovo Sistema informativo Relatori Debhorah Di Rosa e Roberto Camera Ultimi giorni per iscriversi! -25% per iscrizioni di 2 o [...]
  19. Il Garante per la protezione dei dati personali, nella newsletter n. 523 del 21 maggio 2024, ha affermato che l’installazione degli “occhi elettronici” nei luoghi di lavoro deve rispettare gli obblighi previsti dallo Statuto dei lavoratori e le garanzie assicurate ai dipendenti dalla normativa privacy. L’AutoritĂ  è intervenuta a seguito della segnalazione di una dipendente che lamentava l’installazione di una telecamera nell’atrio del Comune, in prossimitĂ  dei dispositivi di rilevazione delle presenze dei lavoratori. Attraverso l’utilizzo delle immagini registrate, l’amministrazione aveva contestato alla dipendente alcune violazioni dei propri doveri d’ufficio, tra cui il mancato rispetto dell’orario di servizio. Alla richiesta di spiegazioni da parte dell’AutoritĂ , il Comune ha risposto che la telecamera era stata installata per motivi di sicurezza, a seguito di alcune aggressioni ai danni di un assessore e di un’assistente sociale. Nel corso dell’istruttoria il Garante ha rilevato che il Comune non aveva, tuttavia, assicurato il rispetto delle [...]
  20. approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano   “Il decreto Coesione prevede un esonero contributivo totale per le assunzioni, effettuate nella Zona Economica Speciale unica per il Mezzogiorno, di soggetti che abbiano compiuto 35 anni di etĂ  e che siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi. Possono beneficiare dello sgravio i datori di lavoro privati che occupano fino a 10 dipendenti nel mese di assunzione. Qual è il periodo di vigenza dell’agevolazione? Quale l’importo massimo? Chi sono i soggetti esclusi? Quali regole occorre osservare per la fruizione? ….” continua la lettura dell’articolo   * Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.
  21. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy informa che dal 15 maggio 2024 è possibile consultare l’Albo dei certificatori del credito d’imposta in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica, di cui all’art. 2 del D.P.C.M. del 15 settembre 2023. Il Ministero ha provveduto, infatti, con decreto direttoriale del 15 maggio 2024, a seguito di opportune verifiche compiute dalla Commissione nominata dal Direttore Generale della Direzione competente, a disporre l’iscrizione all’Albo dei certificatori dei soggetti indicati all’Allegato 1 del predetto Decreto, selezionando gli idonei tra le domande pervenute al 30 aprile 2024. Contestualmente alla pubblicazione dei primi soggetti iscritti all’Albo dei certificatori è operativa la piattaforma informatica con la quale le imprese che hanno effettuato o che intendano effettuare investimenti nei campi della ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica possono selezionare il certificatore prescelto e versare i diritti di segreteria. Attraverso lo [...]
  22. L’INPS, con la circolare n. 67 del 20 maggio 2024, fornisce le istruzioni amministrative in ordine alle novitĂ  introdotte dal decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 36, che ha previsto l’accesso alla prestazione di disoccupazione NASpI in favore dei lavoratori sportivi del settore professionistico e dei lavoratori sportivi subordinati del settore dilettantistico, nonchĂ© l’accesso alla prestazione DIS-COLL per i lavoratori sportivi del settore dilettantistico titolari di contratto di collaborazione coordinata e continuativa.     Fonte: INPS     Leggi tutte le circolari ed i messaggi dell’INPS
  23. L’INPS, con la circolare n. 66 del 20 maggio 2024, fornisce le istruzioni operative per la fruizione delle riduzioni contributive connesse ai contratti di solidarietĂ  in favore delle aziende che, sulla base dei decreti direttoriali adottati dal Ministero del Lavoro, siano state ammesse allo sgravio dei contributi previsto dall’articolo 6 del decreto-legge n. 510/1996, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 608/1996, a valere sullo stanziamento relativo all’anno 2022. Per l’anno 2022 sono destinatarie della riduzione contributiva le imprese che al 30 novembre 2022 avevano stipulato un contratto di solidarietĂ  ai sensi del decreto legislativo n. 148/2015, nonchĂ© le imprese che avevano un contratto di solidarietĂ  in corso nel secondo semestre dell’anno precedente. Lo sgravio è riconosciuto, per la durata del contratto di solidarietĂ  e, comunque, per un periodo non superiore a 24 mesi nel quinquennio mobile, sulla contribuzione a carico del datore di lavoro, dovuta sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori [...]
  24. Il Consiglio dei Ministri ha pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 115 del 18 maggio 2024, il DPCM 28 marzo 2024, con il riparto delle risorse per l’assunzione a tempo indeterminato (stabilizzazioni) di personale impiegato presso le regioni, gli enti locali, ivi comprese le unioni dei comuni ricompresi nei crateri dei sismi del 2002, del 2009, del 2012 e del 2016, nonchĂ© gli enti parco nazionali.   Somme da erogare alle amministrazioni   Fonte: Gazzettta Ufficiale     DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 28 marzo 2024  Riparto delle risorse per l'assunzione a tempo indeterminato (stabilizzazioni) di personale impiegato presso le regioni, gli enti locali, ivi comprese le unioni dei comuni ricompresi nei crateri dei sismi del 2002, del 2009, del 2012 e del 2016, nonche' gli enti parco nazionali. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante «Norme generali sull'ordinamento del [...]
  25. approfondimento di Eufranio Massi – esperto in diritto del Lavoro Estratto dal n. 20/2024 di Diritto & Pratica del Lavoro (Settimanale IPSOA) Vuoi abbonarti a Diritto & Pratica del Lavoro? Solo per i lettori del sito c’è uno sconto del 10%, basta inserire questo Codice Sconto: DPL10 –Scarica un numero omaggio   Con il c.d. “Decreto Coesione”, approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 29 aprile 2024, il Governo ha dettato una serie di norme destinate ad incidere in diversi settori: tra queste, assumono una particolare rilevanza quelle destinate a favorire l’occupazione dei giovani, delle donne, dei residenti nella c.d. “Zona economica speciale unica per il Mezzogiorno” che comprende le Regioni Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Il provvedimento prevede, inoltre, disposizioni incentivanti, particolarmente favorevoli, per chi intende mettersi in  proprio favorendo la c.d. “auto imprenditorialità”. Nella riflessione che segue ci si soffermerĂ  sulle disposizioni che intendono facilitare le [...]
  26. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha fissato i termini di apertura e le modalitĂ  di presentazione delle domande riguardanti i progetti di ricerca e sviluppo sperimentale delle imprese localizzate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, coerenti con la “Strategia nazionale di Specializzazione intelligente”. L’intervento, attivato nell’ambito del Fondo per la crescita sostenibile, ha uno stanziamento di oltre 470 milioni di euro, di cui 328 milioni per la concessione di finanziamenti agevolati e 145 milioni per i contributi diretti alla spesa. Dal 10 luglio, le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attivitĂ  industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e di ricerca potranno presentare istanza per l’accesso agli incentivi allo sportello online di Mediocredito centrale, gestore della misura per conto del Ministero. GiĂ  a partire dal 25 giugno i soggetti interessati potranno precompilare le domande tramite la procedura informatica disponibile al link https://fondocrescitasostenibile.mcc.it. L’apertura della procedura agevolativa prevede il concorso di Cassa Depositi e Prestiti e delle banche finanziatrici convenzionate aderenti all’Associazione Bancaria [...]
  27. Il Parlamento ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 111 del 14 maggio 2024, il Decreto Legislativo n. 62 del 3 maggio 2024, con la definizione della condizione di disabilitĂ , della valutazione di base, di accomodamento ragionevole, della valutazione multidimensionale per l’elaborazione e attuazione del progetto di vita individuale personalizzato e partecipato. Il Decreto, tra le altre cose, modifica la terminologia in materia di disabilitĂ  (articolo 4). la parola: «handicap», ovunque ricorre, è sostituita dalle seguenti: «condizione di disabilità»; le parole: «persona handicappata», «portatore di handicap», «persona affetta da disabilità», «disabile» e «diversamente abile», ovunque ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: «persona con disabilità»; le parole: «con connotazione di gravità» e «in situazione di gravità», ove ricorrono e sono riferite alle persone indicate alla lettera b) sono sostituite dalle seguenti: «con necessitĂ  di sostegno elevato o molto elevato»; le parole: «disabile grave», ove ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: «persona con necessitĂ  di sostegno [...]
  28. approfondimento di Eufranio Massi   “Con una nota dell’8 maggio 2024, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, rispondendo ad alcune richieste di chiarimento di proprie strutture territoriali, ha esaminato la questione della revoca delle dimissioni presentate dalle lavoratrici e dai lavoratori entro i tre anni dalla nascita del bambino, confermate avanti ad un funzionario dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro. La questione dimissioni convalidate si pone, sia pure con effetti diversi, per: La lavoratrice nel periodo compreso tra l’inizio della gravidanza ed il giorno del compimento di un anno di etĂ  del bambino; Il lavoratore che, ai sensi dell’art. 28 del decreto legislativo n. 151/2001 fruisce, in sostituzione della madre (perchĂ© morta, perchĂ© incapace di attendere alle cure del figlio o della figlia, perchĂ© ha abbandonato il tetto coniugale ed il padre risulta l’unico assegnatario per le cure del bambino), della tutela protetta fino ad un anno dalla nascita; Il lavoratore che ha fruito del congedo [...]
  29. Le quote di TFR, accantonate al 31 dicembre 2023, vanno rivalutate dello 0,752313 %.     TFR: il coefficiente di rivalutazione dal 2005 annomeseTFR maturato fino al periodo compreso tracoefficiente di rivalutazione (%) 2024aprile15 apr - 14 mag0,752313 2024marzo15 mar - 14 apr0,690391 2024febbraio15 feb - 14 mar0,502313 2024gennaio15 gen - 14 feb0,377313 2023dicembre15 dic - 14 gen1,944162 2023novembre15 nov - 14 dic1,692259 2023ottobre15 ott - 14 nov1,884518 2023settembre15 set - 14 ott1,822970 2023agosto15 ago - 14 set1,571066 2023luglio15 lug - 14 ago1,192259 2023giugno15 giu - 14 lug1,003807 2023maggio15 mag - 14 giu0,878807 2023aprile15 apr - 14 mag0,626904 2023marzo15 mar - 14 apr0,375000 2023febbraio15 feb - 14 mar0,440355 2023gennaio15 gen - 14 feb0,188452 2022dicembre15 dic - 14 gen9,974576 2022novembre15 nov - 14 dic9,637712 2022ottobre15 ott - 14 nov9,018362 2022settembre15 set - 14 ott6,280367 2022agosto15 ago - 14 set5,943503 2022luglio15 lug - 14 ago5,182910 2022giugno15 giu - 14 lug4,775424 2022maggio15 mag - [...]
  30. approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano   “Doppio bonus per le imprese operanti nell’ambito dei settori strategici per lo sviluppo di nuove tecnologie e la transizione digitale ed ecologica. Il decreto Coesione prevede un esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per i lavoratori assunti a tempo indeterminato, nel periodo dal 1° luglio 2024 al 31 dicembre 2025, e che alla data della assunzione non abbiano compiuto il trentacinquesimo anno di etĂ , nonchĂ© un contributo per l’avvio dell’attivitĂ . Quali sono le caratteristiche e i limiti dei due incentivi? ….” continua la lettura dell’articolo   * Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.
Studio Associato
Consulenti del Lavoro
Salvatore Lapolla e Carlo Cavalleri

TP Service SocietĂ  tra Professionisti Srl
Via Corsica, 9/2 B
16128 GENOVA
Tel: 010 5455 511
Fax: 010 5704028

 

Questo sito fa uso di Cookie per supportare l'attivitĂ  di navigazione.