CONVEGNI

CIRCOLARI

PUBBLICAZIONI

WEB INFODAY

WEBDESK

CONTATTI

Le ultime...

 

Gestione del rapporto di lavoro

D.L. Sostegni-bis: Legge di conversione in G.U.

È stata pubblicata sulla G.U. n. 176 del 24 luglio 2021, S.O. n. 25, la L. 106 del 23 luglio 2021, di conversione, con modificazioni, del D.L. 73/2021, recante misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali, in vigore dal 25 luglio 2021.

Il provvedimento, che abroga i D.L. 89/2021 e 99/2021, facendone salvi gli effetti, al titolo I (articoli da 1 a 11-octies) reca misure a sostegno delle imprese, dell'economia e di abbattimento dei costi fissi e dispone un ulteriore contributo a fondo perduto per le partite Iva; al titolo II (articoli da 12 a 25-bis) reca misure per l'accesso al credito e la liquidità delle imprese e al titolo IV (articoli da 36 a 50-quater) reca misure in materia di lavoro e politiche sociali.

(L. 23/7/2021, n. 106, G.U. 24/7/2021, n. 176, S.O. n. 25)

Smart working semplificato: comunicazione solo tramite applicativo informatico

Il Ministero del lavoro, con nota n. 2548 del 14 luglio 2021, ha ribadito che la trasmissione della comunicazione di smart working semplificato deve essere eseguita esclusivamente utilizzando l'applicativo informatico disponibile sul sito istituzionale, secondo le istruzioni tecnico-procedurali fornite. La nota precisa che non sono ammesse modalità di trasmissione equipollenti all'utilizzo della piattaforma informatica e che l’invio della comunicazione a mezzo Pec non assolve l’adempimento prescritto dalla normativa vigente.

Il Dicastero ricorda, infatti, che fino al 31 dicembre 2021 (articolo 11, D.L. 52/2021), le modalità di comunicazione del lavoro agile restano quelle previste dall'articolo 90, commi 3 e 4, D.L. 34/2020, utilizzando la procedura semplificata già in uso (per la quale non è necessario allegare alcun accordo con il lavoratore), che prevede esclusivamente l’uso di modulistica e applicativo informatico resi disponibili dal Ministero del lavoro.

(Ministero del lavoro e delle politiche sociali, nota, 14/7/2021, n. 2548)

Calendario delle festività ebraiche per l'anno 2022

È stato pubblicato sulla G.U. n. 150 del 25 giugno 2021 il comunicato del Ministero dell’interno che, su comunicazione dell'Unione delle comunità ebraiche italiane, ha indicato le festività ebraiche relative all'anno 2022: 

  • tutti i sabati, da mezz'ora prima del tramonto del sole del venerdì a un'ora dopo il tramonto del sabato;
  • venerdì 15 aprile: Vigilia di Pesach (Pasqua);
  • sabato 16 e domenica 17 aprile: Pesach (Pasqua);
  • sabato 22 e domenica 23 aprile: Pesach (Pasqua);
  • sabato 4 giugno: Vigilia Shavuoth (Pentecoste);
  • domenica 5 e lunedì 6 giugno: Shavuoth (Pentecoste);
  • domenica 7 agosto: Digiuno del 9 di Av;
  • domenica 25 settembre: Vigilia di Rosh Hashanà (Capodanno);
  • lunedì 26 e martedì 27 settembre: Rosh Hashanà (Capodanno);
  • martedì 4 e mercoledì 5 ottobre: Vigilia e digiuno di Kippur;
  • domenica 9 ottobre: Vigilia Sukkot (Festa delle capanne);
  • lunedì 10 e martedì 11 ottobre: Sukkot (Festa delle capanne);
  • domenica 16 ottobre Sukkot (Festa delle capanne);
  • lunedì 17 e martedì 18 ottobre: Sheminì Atzeret e Simchat Torà (Festa della legge).

(Ministero dell’interno, comunicato, G.U. 25/6/2021, n. 150)

Flussi retributivi dei lavoratori marittimi: nuova versione del servizio di trasmissione

L’Inps, con messaggio n. 2397 del 24 giugno 2021, ha comunicato il rilascio di una nuova versione del servizio dedicato alla comunicazione dei flussi retributivi dei lavoratori marittimi, che consente l’utilizzo anche da parte dei datori di lavoro di altri lavoratori imbarcati per servizio della nave o da altro soggetto da questi delegato, mentre inizialmente era accessibile solo agli armatori e ai datori di lavoro del settore pesca.

L’accesso all’applicazione avviene dal portale Inps, tramite l’autenticazione con le credenziali già utilizzate per le comunicazioni relative alle variazioni e alla prima iscrizione delle anagrafiche navali sul sistema di “Anagrafica aziende”. Successivamente all’autenticazione, il servizio richiede di selezionare la tipologia di datore di lavoro per cui si vuole operare. 

(Inps, messaggio, 24/6/2021, n. 2397)

 

Imposte, contributi e premi

Agenzia delle entrate: nuovi servizi web per ricevere certificati e consegnare documenti

L’Agenzia delle entrate, con comunicato del 14 luglio 2021, ha annunciato che sono disponibili 3 nuovi servizi telematici: il servizio “Consegna documenti e istanze”, i servizi per la richiesta del certificato di attribuzione del codice fiscale e del certificato di attribuzione della partita Iva, il servizio di compilazione della dichiarazione di successione.

I 3 nuovi servizi web non richiedono che venga installato e configurato in remoto alcun software, ma semplicemente che l’utente acceda tramite credenziali Spid, oppure con la propria Cie o la propria Cns, o, se ne è in possesso, con le proprie credenziali Fisconline/Entratel.

In particolare, Il nuovo servizio Consegna documenti e istanze è accessibile tramite l’area riservata del sito www.agenziaentrate.gov.it e permette di inviare direttamente on line alcune tipologie di documenti e istanze agli uffici dell’Agenzia delle entrate, senza recarsi fisicamente ai front office. 

Inoltre, nella nuova area riservata è stata predisposta una funzionalità dedicata al rilascio dei certificati di attribuzione del codice fiscale e di attribuzione della partita Iva, che fino ad oggi erano rilasciate solo in ufficio: il servizio consente la rapida generazione, il download e l’eventuale stampa del certificato, in formato originale e in copia conforme.

(Agenzia delle entrate, comunicato stampa, 14/7/2021)

Spettacolo: innalzamento massimale giornaliero di malattia e maternità per i lavoratori a termine

L’Inps, con il messaggio n. 2563 del 9 luglio 2021, ha comunicato che, a partire dai periodi di competenza giugno 2021, i datori di lavoro/committenti, nell’assolvimento degli adempimenti contributivi relativi all’assicurazione economica di malattia e di maternità per i lavoratori a tempo determinato o titolari di contratto di lavoro autonomo o a prestazione, dovranno adeguarsi al nuovo valore del massimale giornaliero, innalzato da 67,14 a 100 euro.

(Inps, messaggio, 9/7/2021, n. 2563)

Soci di cooperative della piccola pesca: regime previdenziale

L’Inps, con circolare n. 100 dell’8 luglio 2021, ha illustrato le disposizioni dell’articolo 10-bis, D.L. 104/2020, finalizzate a chiarire l’ambito di applicazione della L. 250/1958, relativamente ai soci di cooperative della pesca iscritte nell’apposita sezione dell’Albo nazionale degli enti cooperativi. 

La circolare riepiloga l’assetto assicurativo e contributivo dei soci delle cooperative della piccola pesca, fornendo informazioni su:

  • normativa che definisce i soci di cooperative di pesca;
  • condizioni soggettive per beneficiare della tutela previdenziale prevista dalla L. 250/1958;
  • forme assicurative alle quali sono assoggettati;
  • aliquote contributive da applicare per calcolare la contribuzione dovuta;
  • compilazione del flusso UniEmens.

(Inps, circolare, 8/7/2021, n. 100)

Recupero dei contributi a fondo perduto non spettanti: istituiti i codici tributo 

L’Agenzia delle entrate, con risoluzione n. 45/E del 7 luglio 2021, per consentire il versamento degli importi relativi ai contributi a fondo perduto non spettanti, tramite il modello di versamento “F24 Versamenti con elementi identificativi” (F24 ELIDE), ha istituito i seguenti codici tributo: 

  • “7500”, denominato “Recupero contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate in relazione all’emergenza Covid-19 - contributo”; 
  • “7501”, denominato “Recupero contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate in relazione all’emergenza Covid-19 - interessi”; 
  • “7502”, denominato “Recupero contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate in relazione all’emergenza Covid-19 - sanzioni”.

(Agenzia delle entrate, risoluzione, 7/7/2021, n. 45/E)

Tasso medio di tariffa per prevenzione: confermata la riduzione per il 2021

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto col Mef, ha pubblicato il D.I. 9 giugno 2021, che conferma, per il 2021, le percentuali di riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione, di cui all’articolo 23 delle modalità per l’applicazione delle nuove Tariffe dei premi delle gestioni “Industria, Artigianato, Terziario e Altre Attività”, approvate con D.I. 27 febbraio 2019, nei confronti delle aziende che hanno effettuato interventi di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nel corso dell’anno 2019.

(Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Mef, D.I. 9/6/2021)

Gestione separata Inpgi: versamento contributi minimi 2021

L’Inpgi, con circolare n. 7 del 5 luglio 2021, ha ricordato che il 31 luglio 2021 scade il termine previsto per il pagamento dei contributi minimi per l’anno 2021: sono tenuti al versamento tutti i giornalisti iscritti alla Gestione separata che, nel corso dell’anno 2021, abbiano svolto o abbiano in corso lo svolgimento di attività giornalistica in forma autonoma.

La circolare, secondo l’articolo 1, comma 20 ss., L. 178/2020, che ha disposto per l’anno 2021 l’esonero parziale della contribuzione previdenziale e assistenziale dovuta dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti assicurati presso le Casse previdenziali professionali autonome (quale la Gestione separata Inpgi) e alle apposite Gestioni Inps, purché abbiano percepito nel periodo d'imposta 2019 un reddito complessivo lordo imponibile ai fini Irpef non superiore a 50.000 euro e abbiano subito nell'anno 2020 un calo del fatturato o dei corrispettivi non inferiore al 33% rispetto a quelli dell'anno precedente, nelle more della pubblicazione del D.I. attuativo, precisa che l’atto n. 9/2021 del Comitato amministratore della Gestione separata ha deliberato che gli iscritti in possesso dei suddetti requisiti possono posticipare il versamento del contributo minimo 2021: qualora non venisse pubblicato il D.I. che fissa la nuova scadenza, la quota di esonero contributivo dovrà essere versata entro il 31 dicembre 2021.

(Inpgi, circolare, 5/7/2021, n. 7)

Contributi dovuti dai concedenti ai piccoli coloni e compartecipanti familiari per l’anno 2021

L’Inps, con circolare n. 97 del 5 luglio 2021, ha fornito indicazioni relativamente alla contribuzione dovuta dai concedenti ai piccoli coloni e compartecipanti familiari per l’anno 2021. 

(Inps, circolare, 5/7/2021, n. 97)

Avvio del processo di dismissione del Pin Inps in favore di Spid, Cie e Cns

L’Inps, con circolare n. 95 del 2 luglio 2021, ha comunicato il piano di progressiva transizione alle identità digitali Spid, Cie e Cns per l’autenticazione e l’accesso ai servizi web Inps. 

L’accesso tramite Pin ai servizi on line con profili diversi da quello di cittadino non sarà più consentito a partire dal 1° settembre 2021. Pertanto, al fine di non interrompere gli adempimenti connessi alla propria attività lavorativa, gli utenti che operano in qualità di intermediario, azienda, associazione di categoria, Pubblica Amministrazione, professionista esercente l’attività di medico o di avvocato, etc., dovranno dotarsi di una credenziale Spid di livello non inferiore a 2 o della Cie (con relativo Pin) o di una Cns entro il mese di agosto 2021.

L’Istituto si riserva la possibilità di inibire progressivamente l’accesso attraverso il proprio Pin agli utenti che risultano già dotati di una delle credenziali sopra citate (Spid, Cie e Cns).

(Inps, circolare, 2/7/2021, n. 95)

Coltivatori diretti, coloni, mezzadri e Iap: contributi obbligatori per l’anno 2021

L’Inps, con circolare n. 91 del 30 giugno 2021, ha comunicato gli importi dei contributi obbligatori dovuti, per l’anno 2021, dai coltivatori diretti, coloni, mezzadri e dagli imprenditori agricoli professionali.

(Inps, circolare, 30/6/2021, n. 91)

Decontribuzione Sud: applicazione alle mensilità aggiuntive

L’Inps, con messaggio n. 2434 del 28 giugno 2021, ha offerto chiarimenti sulla possibilità di fruire della Decontribuzione Sud anche sulle mensilità aggiuntive erogate nell’anno in corso. In considerazione dell’ambito temporale di fruizione della misura in trattazione, individuabile nell’intero anno civile (ossia dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021), la decontribuzione può trovare applicazione indipendentemente dalla competenza temporale della maturazione dei ratei. Pertanto, con specifico riferimento alla quattordicesima mensilità, la Decontribuzione Sud può trovare applicazione, nella percentuale prevista del 30%, anche per gli eventuali ratei maturati durante l’anno 2020, purché l’erogazione della mensilità aggiuntiva avvenga nell’anno in corso. 

(Inps, messaggio, 28/6/2021, n. 2434)

Esonero contributivo 2021: termini differiti a data da destinarsi

L’Inps, con messaggio n. 2418 del 25 giugno 2021, a integrazione del messaggio n. 2263/2021, ha comunicato che, per consentire che venga completato l’iter di attuazione delle normative relative all’esonero contributivo 2021 per i lavoratori autonomi e liberi professionisti iscritti alle Gestioni Inps e alle Casse previdenziali professionali autonome, che abbiano percepito nel periodo d'imposta 2019 un reddito complessivo lordo imponibile ai fini Irpef non superiore a 50.000 euro e abbiano subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nell'anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quelli dell'anno 2019, sono differiti fino a nuova comunicazione i termini di pagamento già scaduti o di imminente scadenza:

  • delle somme per il primo acconto dell’anno di imposta 2021 dovute dai soggetti iscritti alla Gestione separata e che producono reddito ai sensi dell’articolo 53, comma 1, Tuir;
  • delle somme richieste con l’emissione 2021 per la prima rata per i contributi dovuti dai lavoratori autonomi in agricoltura con scadenza il 16 luglio 2021;
  • dei contributi previdenziali dovuti per il mese di febbraio 2021 per i soggetti interessati dall'esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali di cui all’articolo 70, D.L. 73/2021. In particolare, per le aziende che effettuano i versamenti mensilmente, sono differiti i termini di versamento con scadenza 16 marzo 2021, riferita alla contribuzione del mese di febbraio 2021;
  • dei contributi previdenziali dovuti per i mesi di novembre e dicembre 2020 e gennaio 2021 per i soggetti interessati dall'esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali di cui agli articoli 16 e 16-bis, D.L. 137/2020. In particolare, per le aziende che versano la contribuzione agricola unificata sono differiti i termini di versamento delle somme richieste con l’emissione relativa al quarto trimestre 2020, con scadenza 16 giugno 2021. Per i lavoratori autonomi in agricoltura sono differiti i termini di versamento delle somme richieste per la quarta rata con l’emissione 2020 con scadenza 16 gennaio 2021, già differita al 16 febbraio 2021 dall’articolo 10, comma 6, D.L. 183/2020; per le aziende che effettuano i versamenti mensilmente, sono differiti i termini di versamento con scadenza 16 dicembre 2020, 16 gennaio 2021 e 16 febbraio 2021 riferiti, rispettivamente, alla contribuzione del mese di novembre 2020, dicembre 2020 e gennaio 2021.

(Inps, messaggio, 25/6/2021, n. 2418)

Soppresso il codice tributo 6918 per l’adeguamento degli ambienti di lavoro

L’Agenzia delle entrate, con risoluzione n. 43/E del 22 giugno 2021, ha comunicato la soppressione, dal 1° luglio 2021, del codice tributo 6918, per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro, di cui all’articolo 120, D.L. 34/2020, che ha previsto che il credito d’imposta in parola “è utilizzabile dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 esclusivamente in compensazione, ai sensi dell'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241”.

(Agenzia delle entrate, risoluzione, 22/6/2021, n. 43/E)

 

Prestazioni assistenziali e previdenziali

Indennità COVID-19 ex D.L. Sostegni: gestione delle istruttorie relative agli eventuali riesami

L’Inps, con messaggio n. 2564 del 9 luglio 2021, a seguito del completamento della prima fase di gestione centralizzata delle domande di indennità per determinate categorie di lavoratori, ex articolo 10, D.L. 41/2021, ha offerto le istruzioni per la gestione delle istruttorie relative alle eventuali domande di riesame presentate dai richiedenti le cui istanze siano state respinte per non aver superato i controlli inerenti all’accertamento dei requisiti normativamente previsti.

(Inps, messaggio, 9/7/2021, n. 2564)

Fondo di solidarietà trasporto aereo: trasmissione nuovi dati retributivi

L’Inps, con messaggio n. 2545 dell’8 luglio 2021, ha illustrato le istruzioni operative per la trasmissione dei nuovi dati retributivi, preceduta dall’invio alla Filiale metropolitana di Roma Eur della dichiarazione di responsabilità del titolare/legale rappresentante dell’azienda in merito alla veridicità dei dati dichiarati, ai fini del calcolo della retribuzione lorda su cui si basa la prestazione integrativa erogata dal Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale, nel periodo interessato dall’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La trasmissione telematica autorizzata potrà avvenire accedendo ai Servizi per le aziende e consulenti del portale Inps e selezionando l’opzione “Invio domande assegno emergenziale”.

(Inps, messaggio, 8/7/2021, n. 2545)

Brexit: fine del periodo di transizione

L’Inps, con circolare n. 98 dell’8 luglio 2021, ha fornito istruzioni operative in materia di ammortizzatori sociali, prestazioni familiari e disoccupazione, e sulle modalità di scambio di informazioni tra istituzioni previdenziali a seguito del recesso del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dall’Unione Europea e in applicazione dell’accordo sugli scambi commerciali e la cooperazione (TCA) e del Protocollo sul coordinamento della sicurezza sociale (PSSC) in esso contenuto.

Inoltre, l’Istituto offre precisazioni sull’applicabilità dell’accordo di recesso (WA), di cui alla circolare Inps n. 16/2020, scaduto il 31 dicembre 2020.

(Inps, circolare, 8/7/2021, n. 98)

Cessione del quinto delle pensioni: aggiornamento tassi terzo trimestre 2021

L’Inps, con messaggio n. 2482 del 2 luglio 2021, ha reso noto il valore dei tassi da applicarsi nel periodo 1° luglio 2021-30 settembre 2021 per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, in base ai tassi effettivi globali medi praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari per il suddetto periodo comunicati dal Mef con D.I. 59003/2021.

(Inps, messaggio, 2/7/2021, n. 2482)

Indennità Iscro per liberi professionisti: istanza entro il 31 ottobre 2021

L’Inps, con circolare n. 94 del 30 giugno 2021, ha offerto istruzioni amministrative in materia di indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (Iscro) a favore dei soggetti iscritti alla Gestione separata che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo, istituita in via via sperimentale per il triennio 2021-2023 dall’articolo 1, comma 386, Legge di Bilancio 2021.

Per fruire dell’indennità Iscro i potenziali beneficiari devono presentare domanda all'Inps esclusivamente in via telematica entro il 31 ottobre di ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, utilizzando i consueti canali messi a disposizione per i cittadini e per gli Istituti di patronato nel sito internet dell’Istituto. Esclusivamente per l’anno 2021 la domanda di indennità Iscro potrà essere presentata a decorrere dal 1° luglio 2021 e fino al 31 ottobre 2021. La domanda per l’accesso all’indennità potrà essere effettuata tramite la relativa applicazione presente nel portale istituzionale dell’Inps: il rilascio del nuovo servizio verrà reso noto con apposita comunicazione.

Ai fini della verifica dei requisiti reddituali per l’accesso al beneficio, in sede di presentazione della domanda l’assicurato deve autocertificare i redditi prodotti per ciascuno degli anni di interesse, salvo che gli stessi non siano già a disposizione dell’Istituto.

                                                                                                                       (Inps, circolare, 30/6/2021, n. 94)

Indennità Decreto Sostegni-bis: domanda on line

L’Inps, con notizia del 25 giugno 2021, ha comunicato che è attivo il servizio per la presentazione della domanda di indennità COVID-19 prevista dal Decreto Sostegni-bis per le seguenti categorie di lavoratori:

  • stagionali e somministrati dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • stagionali e somministrati appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • intermittenti;
  • autonomi occasionali;
  • incaricati di vendita a domicilio;
  • subordinati a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • operai agricoli a tempo determinato;
  • pescatori autonomi.

La misura di sostegno prevede l’erogazione di un’indennità pari a 1.600 euro, 800 euro (agricoli) o 950 euro (pescatori), a seconda dei casi.

I lavoratori già beneficiari dell’indennità prevista dal Decreto Sostegni (D.L. 41/2021) stanno ricevendo il pagamento senza dover presentare una nuova domanda.

I lavoratori che, viceversa, non hanno beneficiato dell’indennità del Decreto Sostegni possono presentare la domanda per il riconoscimento della nuova prestazione entro il 30 settembre 2021. 

L’Istituto, con circolare n. 90 del 29 giugno 2021, ha offerto istruzioni amministrative relativamente alle indennità introdotte dal D.L. 73/2021 a favore dei lavoratori già beneficiari delle indennità e ha fornito indicazioni anche per i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo e per i lavoratori autonomi della pesca.

(Inps, notizia, 25/6/2021; Inps, circolare, 29/6/2021, n. 90)

 

Salute e sicurezza

Tutela da stress termico ambientale: possibile ricorrere alla Cigo

L’INL, con nota n. 4639 del 2 luglio 2021, ha precisato che è possibile ricorrere alla Cigo per tutelare alcune categorie di lavoratori impiegati in attività esposte al sole, in caso di temperature troppo elevate.

L’Ispettorato segnala l’opportunità di intensificare le azioni di prevenzione del rischio da stress termico, con particolare riferimento ai cantieri edili e stradali, all’agricoltura e al florovivaismo, anche attraverso iniziative di sensibilizzazione e comunicazione da condividersi nell’ambito dei Comitati di coordinamento regionali e provinciali, che potranno richiamare i contenuti della circolare 18 maggio 2021 del Ministero della salute, che ha fornito indicazioni per la gestione e le prevenzione degli effetti conseguenti a ondate di calore (https://www.salute.gov.it/portale/caldo/homeCaldo.jsp), gli indirizzi per la valutazione dei rischi da stress termico e per l’individuazione delle possibili misure di mitigazione la cui documentazione è consultabile alla Sezione “Microclima” del Portale Agenti Fisici, al link https://www.portaleagentifisici.it/fo_microclima_index.php?lg=IT, nonché i contenuti del progetto worklimate (https://www.worklimate.it).

Nel corso delle predette iniziative, sarà rappresentata alle aziende interessate la possibilità di aderire a quanto previsto dal messaggio Inps n. 1856/2017, secondo cui le temperature superiori a 35° che impediscono lo svolgimento di fasi di lavoro in luoghi non proteggibili dal sole o che comportino l’utilizzo di materiali o lo svolgimento di lavorazioni che non sopportano il forte calore, costituiscono evento che può dare titolo alla Cigo.

L’INL prescrive ai propri ispettori, nel corso delle verifiche in materia di salute e sicurezza, di prestare particolare attenzione ai rischi per i lavoratori legati all’innalzamento delle temperature e alle misure adottate al fine di garantire l’incolumità dei lavoratori nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. 81/2008, tenuto conto dell’analisi e valutazione dei rischi aziendali e del programma di sorveglianza sanitaria redatto dal medico competente, nonché delle indicazioni tecniche e linee guida sopra richiamate.

(INL, nota, 2/7/2021, n. 4639)

Validazione straordinaria dei DPI: cessata la funzione attribuita all’Inail

L’Inail, con avviso del 1° luglio 2021, ha comunicato di aver cessato la funzione di validazione straordinaria e in deroga dei DPI attribuitale, pertanto il relativo servizio on line “Art.15 Validazione DPI” non è più attivo.

(Inail, avviso, 1/7/2021)

 

 Auspicando di aver fatto cosa gradita andando ad esaminare gli argomenti, rimaniamo a Vs. completa disposizione per ogni eventuale ed ulteriore chiarimento che si rendesse necessario.

    Con l’occasione porgiamo i nostri più cordiali saluti.

  

Studio Associato
Consulenti del Lavoro
Salvatore Lapolla e Carlo Cavalleri 

 

Studio Associato
Consulenti del Lavoro
Salvatore Lapolla e Carlo Cavalleri

TP Service Società tra Professionisti Srl
Via Corsica, 9/2 B
16128 GENOVA
Tel: 010 5455 511
Fax: 010 5704028

 

Questo sito fa uso di Cookie per supportare l'attività di navigazione.